News La nostra storia Ricerca nel sito Mappa del sito E-mail
Convenzioni RE


Il responsabile dell'amministrazione di un ente religioso o ecclesiastico deve saper gestire in efficienza e carità seguendo logiche economiche capaci però di raggiungere i veri obiettivi della solidarietà. La gestione deve quindi essere improntata all'efficienza e all'economicità. Efficienza al fine di raggiungere gli obiettivi di carità; economia al fine di ottenerli con il minor dispendio di risorse possibili.

Oggi la solidarietà ha forme nuove che devono saper rispondere alle esigenze di questa società caratterizzata dall'esasperazione delle logiche economiche. Tra gli amministratori degli enti religiosi ed ecclesiastici è andata via via crescendo una coscienza sempre più viva della necessità di affrontare i compiti, le responsabilità con alto grado di competenza e qualificazione.

Nell'estrema razionalizzazione delle logiche economiche che stanno stritolando il mondo del non-profit, i deboli si trovano di fronte a contraddizioni gravi. Queste logiche devono quindi essere sfruttate al meglio per la difesa e la continuità dei valori cristiani.

Per questi motivi i criteri di buona e corretta amministrazione non possono prescindere dalle opportunità che il mondo economico è in grado di offrire agli enti religiosi ed ecclesiastici. Così gli stessi criteri non essendo in conflitto con la vocazione religiosa del continuo perfezionamento spirituale, sono alla base di un efficace svolgimento dei compiti di carità e assistenza del prossimo. Le opere sociali, insomma, sono così messe in condizione di perpetuarsi nel tempo.

E' con questo spirito che Convenzioni RE ha impostato la propria attività facendosi garante contro la spregiudicatezza delle proposte economiche fatte dalle società di servizi finanziari.

Operatori improvvisati hanno, purtroppo, agito negli ultimi anni disseminando delusioni e lasciando profonde ferite, approfittando della buona fede e della generosità di chi amministra i patrimoni della Chiesa che fino ad oggi sono stati custoditi con parsimonia da chi è stato investito di questo compito.

La professionalità del Gruppo RE offre gli strumenti per difendersi.

Così Convenzioni RE si propone ai leader della Chiesa come un compagno di viaggio alla ricerca del maggior vantaggio e di un'interpretazione corretta del mercato.

La Convenzione Bancaria RE è il primo prodotto realizzato da Convenzioni RE. Essa mira ad ottenere le migliori condizioni di conto corrente su tassi, impieghi del denaro, finanziamenti, prodotti assicurativi e finanziari; tutto ciò grazie ai rapporti instaurati con i principali istituti di credito italiani.

Gli enti religiosi ed ecclesiastici con la loro adesione hanno costituito un vero e proprio gruppo d'acquisto caratterizzato da una sinergia che offre un grande potere contrattuale; essi formano un gruppo in grado di cambiare le regole del gioco e di costringere gli istituti di credito a concedere le migliori condizioni.

L'adesione degli enti religiosi ed ecclesiastici alla Convenzione Bancaria RE poggia sul rispetto che gli amministratori hanno del patrimonio che si trovano a gestire per conto di tutta la comunità religiosa alla quale si dedicano.

La Convenzione si adegua continuamente ai tempi e alle esigenze degli enti per offrire loro una serie di opportunità nella prestazione di moderni servizi di gestione del credito impostati su fermi principi di eticità.

Convenzioni RE suggerisce accordi anche con aziende che sono in grado di fornire agli enti religiosi ed ecclesiastici qualsiasi tipo di prodotto e di servizio alle condizioni più favorevoli.

Le convenzioni sottoscritte con le aziende offrono grandi vantaggi. Il risparmio sul pane quotidiano può dunque produrre altro pane per chi non ne ha. Per i professionisti di Convenzioni RE, che si ispirano ai principi cristiani, è soprattutto un dovere morale evitare inutili sprechi per poter destinare ciò che è possibile a chi è meno fortunato.
 


Piazza Cavour, 3 - 20121 - Milano - Italia - tel. +39 02 62619.1 - fax +39 02 29008924
Via G. G. Belli, 122 - 00193 - Roma - Italia - tel. +39 06 32813200 - fax +39 06 32813201
Inizio pagina